lifestyle, Uncategorized

I miei essenziali in gravidanza

Avete mai notato che se scrivete su google: “cosa comprare in gravidanza” vi ritroverete davanti a miliardi di risultati che parlano solo ed esclusivamente del vostro bambino.

Ok, bambino voluto, desiderato cercato ma prima di essere una mamma rimango comunque una donna e una volta superata l’ansia della salute del nostro bambino sono dell’idea che possiamo e dobbiamo usare questi ultimi mesi per dedicarci un po’ di più a noi stesse.

Se siete incinte vi sarete subito accorte di quanto le aziende ci marcino dietro alla gravidanza, facendoti pagare il doppio prodotti specifici per la gravidanza, facendo leva anche sull’incertzze e insicurezza delle future mamme, soprattutto se alla prima gravidanza, che giustamente vogliono e cercano solo il meglio, ma personalmente ritengo che si possa ottenere il meglio senza spendere cifre esorbitanti che possono essere spese in altri modi, ad esempio per il nostro bambino.

 

Quindi come destreggiarsi tra le mille proposte di creme anti smagliature, abbigliamento premaman, cosa serve davvero e di cosa possiamo fare a meno?

confusione

Continue reading “I miei essenziali in gravidanza”

Annunci
lifestyle, Uncategorized

La verità è che l’autunno fa schifo…o forse no?

Ve lo giuro, volevo scrivere anche io un bel post festeggiando l’arrivo dell’autunno, l’avevo anche cominciato, poi però dopo aver letto il cinquantesimo post su Instagram che idolatrava le foglie rosse e i camini accesi, l’unica cosa che avevo voglia di fare era urlare:

“EH NO CARINA! LA VERITà è CHE L’AUTUNNO FA SCHIFO! “

Continue reading “La verità è che l’autunno fa schifo…o forse no?”

food, lifestyle, ricette, Uncategorized

Crostata integrale con more e lamoponi

Partiamo dal presupposto che odio cucinare le crostate, anzi, partiamo da presupposto che per me è un casino cucinare le crostate.

Ho un forno a gas e dato che non so minimamente usarlo, mi sono comprata un fornetto elettrico, che tutti scambiano per un forno a microonde con mio grande sgomento e ovviamente tutte le teglie stupende per le crostate (tra cui una di Hello Kitty) rimangono nella credenza a fare polvere.

Per anni non ho cucinato crostate, fino all’illuminazione: utilizzare lo stampo per il plumcake!

crostata integrale more e lamponi.PNG

Utilizzare lo stampo per il plumcake ha però i suoi vantaggi, innanzi tutto è in silicone e quindi non deve essere imburrato e infarinato, inoltre e è molto più piccolo, cosa al quanto positiva, sia per il mio fornetto che per la quantità di dolci che sforno ogni settimana (ora con questo caldo un po’ meno).

Ultimamente sto sperimentando tanto con la farina integrale, devo ammettere non con grandi risultati, soprattutto per quanto riguarda i lievitati, quindi ho deciso di provare con un dolce che non avesse bisogno di lievito, quale occasione migliore per fare una crostata integrale??

Con mia grande sorpresa, è stata la prima volta che sono rimasta davvero soddisfatta, motivo per cui mi sono subito precipitata a condividere la ricetta 🙂

 

INGREDIENTI:

(x la frolla integrale)

  • 250 g. di farina
  • 1 uovo
  • 150 g. di zucchero
  • 130 g. di burro

(x la crema pasticcera)

  • 250 ml di latte
  • limoncello q.b.(io ho usato la crema)
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiai di amido di mais (in alternativa utilizzare la farina)
  • 2 tuorli

 

  • frutti di bosco per decorare

IMG_8115

Mettere la farina in una ciotola, aggiungere lo zucchero, il burro freddo tagliato a cubetti e iniziare ad impastare con le mani.

Aggiungere l’uovo e continuare ad impastare fino ad ottenere un composto sodo e omogeneo.

Formare una palla, coprire con una pellicola e lasciare riposare in frigo per mezz’ora. Una volta pronto stendere  la frolla in uno stampo per plumcake, bucherellare con una forchetta in modo tale che durante la cottura non si gonfi troppo (ma con la farina integrale non c’è pericolo, infatti io mi sono pure dimenticata) infornare a 180° per 15 minuti.

Mentre la base della frolla cuoce in forno, preparare la crema pasticcera, mescolando in un pentolino i tuorli con lo zucchero, quindi aggiungere il latte, il limoncello e l’amido di mais.

continuare a mescolare fino all’ebollizione, togliere da fuoco appena di addensa e lasciare raffreddare.

Una volta che anche la base sarà pronta e raffreddata possiamo procedere con la farcitura della nostra crostata con crema pasticcera e con i frutti di bosco 🙂 o con la frutta che più preferite.

Per una più lunga conservazione della frutta sopra la crostata l’ideale sarebbe la gelatina, ma a me fa impressione e non la uso, tanto so che i dolci a casa mia non durano molto…

Buon appetitooo

Elisa